Archivi tag: pancreas microinfusore sensore lavoro informazione pregiudizi

Chiamando le cose con il loro nome

Pausa caffè al lavoro.

  • M.P. cosa hai in tasca?
  • Il mio pancreas
  • … ah! Ma non ce l’hai sempre…
  • Sì certo. È che me ne manca un pezzo e allora è in tasca
  • … ah! Ma non avevi solo il cerotto?!
  • Ho anche quello (sarebbe più corretto dire sensore ma non voglio essere puntigliosa) e serve per monitorare le glicemie. Poi ho anche questo…
  • Però ne hai perso un pezzo… toh! Guarda lì nell’angolo c’è un pezzo del tuo pancreas

Tra una battuta e una risata colgo una sottile sincera curiosità perciò rispondo volentieri, chiamando le cose con il loro nome.

Caffè e (corretta) informazione.

Più tardi ci ripenso e mi domando 🤔 “avrò fatto bene a rispondere così?!” Mi confronto con chi mi conosce meglio e mi fa notare che una risposta del genere trasmette l’idea “viversela bene”.

Mi rimane qualche dubbio 🤨 sul tema “patologia cronica e posto di lavoro”… Tuttavia penso che la realtà sia questa: ho un pancreas più visibile (e rumoroso) della maggior parte degli altri e non posso certamente farmene una colpa. Posso solo fare del mio meglio e giocarmela come tutti, ognuno con i propri punti di forza e le proprie debolezze.

Tornando a casa ci ripenso e ragiono 🧐 “quale è il mio meglio da fare?” Ripenso alle frasi, ai consigli che spesso mi sento dire dalle persone che sanno o imparano che ho il diabete. Ragiono su come sarebbe la mia vita se dessi retta a tutte le frasi e i consigli che ricevo (anche) dai mal informati.

Pregiudizi e (scorrette) informazioni.

Infine ci ripenso e rifletto 🙄 “quanti giudizi affrettati e stereotipi ci sono nella mia testa sulle condizioni di vita delle persone che conosco o incontro?” Tuttavia non posso certamente pensare, con le mie idee, di influenzare la realizzazione personale, la qualità della vita e la felicità degli altri.

Perché mai dovrei lasciare che il (pre)giudizio di altri possa condizionare chi sono, le mie scelte, la mia realizzazione personale, la qualità della mia vita e la mia felicità?!