È (più) bello insieme

Uno dei motivi per cui avevo iniziato dolcementetipo1.com era trasformare una situazione negativa (patologia cronica) in qualcosa di buono (per me e per gli altri). Un altro motivo era uscire allo scoperto: confrontarmi con altri che vivono la mia stesa situazione e intercettare qualcuno tra altri che vivono la mia stessa situazione nella mia stessa zona territoriale.

Poi partiamo con questa bella cosa di A.D.Fe. Associazione Diabete Ferrara odv. Una bella opportunità di (ri)mettermi in gioco (ancora) in un progetto nuovo. Una bella realtà, tutta da costruire, insieme. Un paio di manciate di belle persone, incontrate (quasi) per caso e conosciute (quasi) da sempre. È bello trovarsi nel consiglio direttivo perché ognuno mette sul tavolo la sua unicità e la sua storia, e intanto si dialoga, si sogna, si progetta… e (anche) si scherza. Così tra un consiglio sul bolo, qualche trucco del mestiere e l’inevitabile (sportiva) competizione a chi ce l’ha meglio (la glicemia, la glicata, il time-in-range…) si fanno i primi passi… Ed io sono felice di far parte di questa realtà.

Dall’altro ieri anche sul web adfeonline.org.

Lo stesso giorno arriva anche un messaggio dall’Ecuador…

Carissimi, grazie per il vostro messaggio. Se potete mandare il contributo vi ringraziamo cosi compriamo insulina e medicine che c’é bisogno sempre di piú perché negli ospedali e nel Centro di Salud di S.Mateo non c’é piú niente. (San Mateo è un paese di qualche migliaia di abitanti sulla costa del Pacifico appena sotto l’equatore, NdR). La situazione con Covid in paese é difficile. Sono morti piú di 40 persone. La settimana scorsa tre sorelle e il marito di una di loro. Qualcuno di loro faceva parte del vostro gruppetto di ginnastica. In alcune famiglie sono morti 2 o 3 persone. Troppo triste. Speriamo sempre che questo incubo passi. Siamo sereni di essere qui e aiutare in quello che possiamo anche se é tutto troppo poco. […]

Esattamente un anno fa tornavamo dall’Ecuador, dove abbiamo anche incontrato (tante) persone con diabete che vivono a San Mateo. Una bella opportunità di mettermi in gioco in un progetto nuovo. Una bella esperienza, a tratti impegnativa, che allarga la mente e il cuore. Non è semplice uscire da sé, staccarsi dalla propria esperienza personale e parlare di diabete. Non è sempre semplice lasciare da parte pregiudizi e piccole certezze di comodo che impediscono di incontrare le persone diverse da te, con la loro unicità e la loro storia. Non è semplice lasciare da parte le disparità di opportunità (per es l’assistenza sanitaria) e le ingiustizie e voler bene senza se e senza ma alle persone che hai di fronte, chiunque esse siano. E io sono felice di aver incontrato nella mia vita persone speciali così.

E mentre penso a quanta gioia e quanta tristezza possono far parte della nostra vita, mi vengono in mente in particolare due frasi…

Nella vita capita anche che, abbassando lo sguardo per cercare ciò che hai perso, scorgi qualcos’altro che vale la pena raccogliere.

Alex Zanardi

Camminate con i piedi per terra e con il cuore abitate il cielo.

S. Giovanni Bosco

E allora penso che c’è, in mezzo a giornate speciali, la vita di tutti i giorni… fatta di piccole cose che, anche se a volte sembra non cambi nulla, costruiscono pian piano i progetti più belli. Infine penso anche che, nella gioia o nelle difficoltà, è (più) bello insieme!

(fonte: cinquecosebelle.it)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.