È l’amico che ti fa fare quel passo in più che non ti sentivi in grado di fare…

Settembre 2007. Concerto di Samuele Bersani alla fiera di Argenta. Anto Frenci io e un’altra amica che sapevo si sarebbe gustata la serata almeno quanto noi. Ovviamente Anto voleva guadagnare a tutti i costi la posizione attaccattaallatransennapropriosottoilpalco. E infatti così è stato. Con tanto di saluti, complimenti e foto a fine concerto. Ci ripenso ogni tanto, come ripenso ai mercatini, ai pomeriggi Calimero in palestra con Fabrizio e alle vacanze alternative in cucina, alle torte maialone e squisite di compleanno, alle idee geniali per messaggi social di tendenza e di testimonianza (mio video peferito, ad oggi, un appello alla realizzazione dei propri sogni in piedi sui pattini). Puó capitare di fare pezzi di strada insieme e poi vedersi solo ogni tanto, per certi periodi vedersi quasi mai, ma ogni volta che ci si incontra ritrovarsi come se ti fossi lasciato il giorno prima. Con Anto è cosí. Con gli amici è cosí. Nell’amico c’è qualcosa di noi, un nostro possibile modo di essere, il riflesso di una delle altre identità che potremmo assumere, scriveva Andrea De Carlo. A me piace pensare che un po’ coraggio, trasparenza, crearività, determinazione, pazienza, ironia che vedo in lei sia un po’ anche in me. Se non la conoscessi mi piacerebbe incontrarla almeno una volta. Magari a un concerto di Samuele Bersani.

Lo scorso dicembre Anto ha pubblicato “Diario semiserio di una «Miss Mal». Convivere con una malattia genetica rara”.

Sono una “ragazza diversamente abile”: questa parola non mi piace per niente come “handicappato”, “spastico” e “disabile”, quindi mi sono inventata la parola divertente “miss mal” che, in dialetto ferrarese, significa “messo male” ma può avere vari significati. […] Sono nata con una “mancanza”, che per me è una malattia vera: non mi ricordo mai il nome (mamma ha detto che si chiama “atassia cerebellare”) che mi porta a non avere l’equilibrio e quindi ho bisogno sempre di una mano da qualcuno.

https://www.ibs.it/diario-semiserio-di-miss-mal-libro-antonella-pollinzi/e/9788898147700

Io alla presentazione c’ero e mi sono sentita orgogliosa; poi ho letto il libro e mi sono commossa, tra una risata e l’altra, perchè Anto è geniale; poi ho fatto quel passo in più che non mi sentivo in grado di fare e questo blog ha iniziato a prendere forma. Grazie Anto!

Annunci